Qui e Adesso

Oggi è il primo luglio 2021 e in Canada si stanno raggiungendo i 50° di temperatura.

Non c’è più tempo da perdere. Non è più tempo di fare i verdi sbiaditi, di rimandare a momenti (ma quali?) più propizi le azioni in campo ambientale, di continuare a fare scelte tiepidine e di pura facciata “green”.

È ora di mostrare il coraggio ecologico, per questo scendiamo in campo e chiediamo qui (nella nostra città, a Milano) e adesso (e non tra dieci o vent’anni) un immediato cambio di rotta nei riguardi dell’ambiente.

Ci rivolgiamo a quelle persone che hanno ascoltato i rapporti degli scienziati e hanno capito che il momento di agire è questo.
Non è più il momento dei dubbi e dei ripensamenti: la strada delle scelte ecologiche va percorsa necessariamente adesso.

I più attenti ci stanno dicendo che siamo già in ritardo. Rimandare ancora vorrebbe dire trovarci sempre più in difficoltà per risolvere sempre più problemi. Con molti più sacrifici e costi molto più alti.

Ci rivolgiamo a coloro che stanno già facendo nella loro vita quotidiana delle scelte biologiche, ecosostenibili, che mostrano sensibilità ecologica anche con piccoli gesti. Vogliamo essere al loro fianco per fare in modo che questi gesti e queste scelte non siano isolate, non cadano nel vuoto di un modello di città volto al mero consumismo, ma anzi trovino uno sbocco virtuoso con ritorni tangibili.

Chi già sceglie di differenziare la spazzatura, che usa di più la bici e i mezzi pubblici, chi insegna ai propri figli il rispetto della natura e la bellezza dell’ambiente, chi ha scelto i ventilatori, chi ha messo i pannelli fotovoltaici, tutti costoro devono sapere che i loro sforzi sono importanti e fondamentali e che sono – siamo – sulla strada giusta per salvare la nostra salute e il nostro futuro.

Le attuali politiche anche se si proclamano ambientaliste hanno purtroppo dimostrato di essere troppo tiepide e tentennanti, come forse ci potevamo ancora permettere 20 anni fa.
Ora non c’è più tempo e bisogna agire con coraggio e fermezza. Subito. Non nel 2030 o nel 2050.

Già con la prossima amministrazione comunale dobbiamo cambiare il Piano di Governo del Territorio e inserire la riduzione del consumo di suolo e la proibizione di toccare le aree verdi, già con la prossima amministrazione vanno introdotti la gratuità dei mezzi pubblici, l’estensione della sosta a pagamento e delle zone a traffico limitato, i limiti rigorosi al riscaldamento e alla refrigerazione degli ambienti, gli incentivi per la mobilità gentile e per le energie rinnovabili.

Il peggioramento climatico sta correndo come una valanga. Più corre, più si ingigantisce e peggiori sono le conseguenze. E maggiori saranno le azioni da intraprendere per rimediare ai disastri.

Ricordiamoci e chiariamoci che le politiche ambientaliste portano sviluppo e posti di lavoro, con molti spazi di approfondimento e di miglioramento.

Ascoltiamo soprattutto i giovani. Sono loro che ci chiedono politiche più incisive e reclamano il loro diritto al futuro. Non lasciamoli soli e delusi da ciò che è stato loro mostrato finora.

Noi – cittadini attivi di Civica AmbientaLista – promettiamo che ci metteremo tutta la nostra passione e la nostra forza. Qui e adesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *